Menu

Cacciatore Testata Grigio Ok
Arco Testata Grigia
CT Testata Grigia

facebook Greentime facebook Arco facebook Caccia&Tiro

IL CACCIATORE ITALIANO n. 1/2017

I cacciatori e le loro associazioni rivestono un ruolo sempre più importante, anche se a volte poco ascoltato, nei confronti delle Istituzioni, come dimostrano questi due avvenimenti.
A fine gennaio, Federcaccia, Enalcaccia, Arci caccia e AnuuMigratoristi - riunite nella Fenaveri - sono state ascoltate in audizione in Commissione ambiente della Camera dei deputati. Alla Commissione è stato illustrato il pensiero delle quattro associazioni e consegnato un articolato documento tecnico-giuridico con le osservazioni mosse al ddl licenziato dal Senato. FIdC, in linea con le altre associazioni, ha espresso con precisione e chiarezza la sua posizione, chiedendo quei correttivi ritenuti indispensabili non solo allo svolgimento di una corretta e sostenibile attività venatoria, ma anche a far sì che la legge possa raggiungere gli obbiettivi posti di più efficace tutela e promozione dei territori, degli ambienti e della fauna. Risultato che crediamo impossibile senza il coinvolgimento e la valorizzazione della caccia.
Per la migratoria, quest’anno il ministro Galletti ha rinunciato a esercitare il potere sostitutivo nei confronti delle Regioni che non prevedevano la chiusura al 20 gennaio per bottaccio, cesena e beccaccia. Si è però rivolto loro con due note perché agissero in questo senso, ricostruendo però solo parzialmente il quadro ed evitando di menzionare che i Tar di Liguria, Toscana e Marche hanno annullato il provvedimento della Presidenza del Cdm che riguardava quelle Regioni, ritenendolo illegittimo e confermando la possibilità di discostarsi dai dati nazionali in presenza di specifici studi. Tre sentenze che sono esecutive, in quanto il Governo si è appellato al Cds, ma non ne ha chiesto la sospensione cautelare degli effetti. Circostanza, sicuramente, fra i motivi che hanno fatto preferire non reiterare il provvedimento. Anche su queste note si è intervenuti con una puntuale e dettagliata memoria tecnico-giuridica. Un aspetto positivo sembrerebbe esserci. Galletti ha dichiarato che Ispra ha espresso “l’esigenza prioritaria” di una analisi scientifica delle rotte di migrazione, assicurando il supporto del Ministero per la realizzazione di un Atlante europeo delle migrazioni.
La proposta, così come è formulata, cela però un rischio, ovvero che sia escluso qualsiasi produttore di studi, anche con tecnologie più moderne, che non sia Ispra stessa o Euring, il che potrebbe anche lasciare le cose così come sono. È noto infatti che i dati d’inanellamento da soli sono soggetti a interpretazioni, e non sono sufficienti a chiarire i movimenti degli uccelli con il dettaglio richiesto per questo problema.
Solo se il confronto sarà veramente aperto e basato su tutte le più recenti tecnologie e metodiche scientificamente fondate potremo esprimere la nostra soddisfazione e saremo ben felici di contribuire con i nostri ormai numerosi studi. Che sia la volta buona?

L’EDITORIALE; APPUNTAMENTI ISTITUZIONALI; UFFICIO AVIFAUNA MIGRATORIA, Tortora: nuovi dati su migrazione, genetica e sopravvivenza; UFFICIO FAUNA STANZIALE, Un labile confine - Selvatici a chilometri zero; ZOONOSI E CACCIA, Puntuale come la migrazione; GESTIONE FAUNISTICA, Quando la fauna diventa un problema; CACCIA E BRACCONAGGIO, Un accostamento improprio e improduttivo; AGONISMO CINOFILO, Campioni nella tempesta - Nel segno dei San Fabiano - La lepre corre in Centr’Italia; CACCIATORI ZONA ALPI, Il cervo sulle Alpi; ARCIERI CACCIATORI, La relazione fra gli eventi; CACCIATORI FALCONIERI, Un Patrimonio italiano; VETERINARIA, L’ostinato cimurro; IL LEGALE, Guardie zoofile e cacciatori: lo stato dell’arte; MANIFESTAZIONI, La selvaggina spiegata agli studenti; EVENTI, Nuovi orizzonti del gusto; DALLE REGIONI; ZOOM, Allodola, Cappellaccia e Tottavilla; BERETTA 690 FIELD I, Per iniziare alla grande; SAVAGE 11 LONG RANGE HUNTER, Per chi guarda lontano; TUTTI A BORDO, Suzuki Ignis

 

 

Greentime Spa

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna - Italia
Tel. +39 051223327

Cap. Soc. € 334.087,00 i.v.- R.E.A. Bologna n. 130839
P.I. 00279880371

bottone facebook

Log In or Register

fb iconLog in with Facebook