Menu

Cacciatore Testata Grigio Ok
Arco Testata Grigia
CT Testata Grigia

facebook Greentime facebook Arco facebook Caccia&Tiro

CACCIA&TIRO n. 10/2018

Settembre, oltre alla tanto attesa apertura, ha visto anche la conclusione del complesso iter legato alla Direttiva “Armi”. È stata infatti resa pubblica la Circolare interpretativa del Ministero degli Interni in merito al Decreto di recepimento del 10 agosto 2018. Ne parliamo diffusamente in articolo di questo numero. Fermo restando che solo nella pratica sarà possibile verificare con certezza la bontà e l’efficacia del provvedimento, per il momento dal mondo economico, venatorio e sportivo legato alle armi emergono commenti positivi e che denotano anche un certo sollievo, considerato l’iter travagliato della vicenda. Una vicenda i cui primi cruciali atti sono andati in scena in Europa, dove si è svolto un dibattito estremamente acceso sulle modifiche alla Direttiva 91/477/Cee, relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi, poi modificata nel 2017 con la Direttiva 853. Ricordiamo tutti il timore, fondato, di trovarsi di fronte ad una modifica che rischiava di penalizzare uno dei comparti produttivi più fiorenti
del made in Italy. Parliamo di posti di lavoro, di eccellenze produttive e di un mondo che viene frainteso, mal interpretato. Sarebbe un po’ come se, per le migliaia di incidenti che
avvengono ogni anno sulle nostre strade, fossero messi sotto accusa i produttori di automobili: probabilmente risponderebbero che l’unica responsabilità di un eventuale incidente è da attribuire al conducente dell’auto, non certo al mezzo. Il mezzo in sé non è né buono né cattivo e questo ragionamento è perfettamente applicabile anche al mondo delle armi. Una modifica che rischiava di impattare negativamente su un mondo fatto anche di tiratori sportivi, di belle medaglie olimpiche italiane, di poligoni e tiro
a volo che sono delle attività commerciali, che creano posti di lavoro e aggregazione tra gli appassionati. Un mondo composto dalle Federazioni sportive, dai sogni di gloria e agonismo degli atleti, che ha visto l’Italia ai vertici internazionali, un’altra eccellenza, ancora… Infine, un mondo di cui fanno parte anche le centinaia di migliaia di cacciatori. Anche loro sanno molto bene cosa significhi essere fraintesi, ostacolati per pura demagogia, essere associati unicamente alla violenza e alla distruzione, eppure questo “esercito” di appassionati continua a presidiare il territorio, per monitorare habitat e specie.  Se vincerà il buonsenso i cacciatori potranno vedersi restituito appieno il ruolo di tutori dell’ambiente, un ruolo che per loro chiedono anche le associazioni agricole e di allevatori, alzando sempre di più la voce, perché, a causa dell’inadeguatezza degli interventi, l’emergenza danni da fauna rischia di aggravarsi ulteriormente, soprattutto se molti di quegli imprenditori che oggi a fatica resistono decideranno di abbandonare i territori, in particolare quelli di montagna. Tornando alla vicenda legata alla Direttiva
“Armi”, quest’ultima è stata di certo lunga e travagliata, ma una cosa va registrata: coloro che operano nel mondo delle armi hanno saputo collaborare insieme e sono stati ascoltati, le Istituzioni hanno tenuto in considerazione le osservazioni fatte da produttori, venditori, associazioni sportive e venatorie. Questo meccanismo virtuoso ha portato ad una modifica della Direttiva, ad un Decreto e ad una circolare interpretativa nei quali si è tenuto conto della realtà quotidiana delle cose, una realtà che può essere descritta e migliorata solo ascoltando chi la vive quotidianamente.

CACCIA
PRIMO PIANO; NEWS; ATTUALITÀ, Direttiva “Armi”, cosa cambia con il Decreto; GESTIONE, Gestione e squadre nell’Atc Pg2 - I segni dello scoiattolo in Italia; CULTURA, In Sardegna; CINOFILIA, Il restone brachiuro bussa alle porte dell’Enci - Alle prove o a caccia: realtà inconciliabili?

TIRO A VOLO

MENTAL COACHING, Gli ancoraggi e la routine di preparazione al tiro; LINEA DIRETTA CON IL CT, “L’aggancio” visivo del piattello

INSERTO FITAV

MONDIALE ISSF, La 52a rassegna iridata; MEMORIAL NANDO ROSSI, Prova eccellente di Baldinotti; CAMPIONATO ITALIANO SOCIETÀ-COPPA CAMPIONI FOSSA UNIVERSALE, 66 Società in lizza per la sfida finale; COPPA CAMPIONI FOSSA OLIMPICA, Irriducibili Fiamme Oro: sei su sei!; CAMPIONATO ITALIANO SOCIETÀ FORMULA FITAV-COPPA CAMPIONI SKEET, L’Intersocietario proclama i suo “eletti”;  MONDIALE COMPAK, Martina Maruzzo prima nel mondo; CAMPIONATO ITALIANO SETTORE GIOVANILE, La rincorsa al podio più alto; CAMPIONATO ITALIANO FOSSA OLIMPICA VETERANI-MASTER, I tricolore dell’esperienza; CAMPIONATO ITALIANO ELICA 28 GRAMMI, Filippo Vancini vince a Ponso;  CAMPIONATO ITALIANO SPERIMENTALE TRIPLETTO COMPAK, Veniero Spada colpisce ancora; CIRCUITI AGONISTICI, Top Ammunition, più che buona la seconda

FIDASC

A CACCIA DI SPORT; CINOFILIA, I nuovi signori della ferma e della cerca - Premium, la Toscana regina a Collacchioni;  ARCO DA CACCIA, Campionato italiano, atto 4°

TIRO A SEGNO
MONDIALE ISSF, 90 Paesi in cerca dei pass per Tokyo

 

 


 
CacciaTiro 10 2018
ULTIMA USCITA N. 10/2018
Clicca qui per vedere gli argomenti principali di questo numero
 
Clicca qui per acquistare questo numero o l'abbonamento
ACQUISTA
Clicca qui per acquistare i numeri arretrati
ACQUISTA

 

Abbonamento ArcoCon le sue 50.000 copie il mensile Caccia&Tiro rappresenta la principale rivista di attualità sportiva e venatoria del settore. La sua trasformazione da quindicinale a mensile ha permesso un maggior approfondimento delle tematiche trattate, offrendo ai propri lettori, grazie alla maggiore foliazione, più caccia, più cronache sportive, più curiosità ed approfondimenti. Caccia&Tiro è anche alla continua ricerca di nuovi contenuti, dalle novità sui prodotti per la caccia e il tiro alle tematiche scientifico-ambientali, comprendendo tutti quegli aspetti che ruotano attorno alla tradizione venatoria, come gastronomia, storia e cultura. Caccia&Tiro raggiunge in abbonamento postale un target estremamente mirato. Il periodico, grazie a particolari convenzioni con le Federazioni sportive di riferimento, viene inviato anche ai 20.000 tiratori della Federazione italiana tiro a volo. Caccia&Tiro è disponibile anche in versione digitale ed acquistabile on-line (copia singola o abbonamento) su greentime.ezpress.it. Il legame della testata con lo sport è ancora più saldo, grazie alle oltre 10.000 copie che ogni anno sono presenti in occasione delle gare e presso i campi di tiro. Caccia&Tiro raggiunge tutte le realtà del settore, arrivando anche alle armerie di tutto il territorio nazionale, alle riserve di caccia, alle aziende agro turistico venatorie, agli allevamenti cinofili e di selvaggina, alle aziende produttrici e/o importatrici. Caccia&Tiro guarda anche al mondo associazionistico ed istituzionale e viene distribuito: ai dirigenti di tutte le associazioni venatorie italiane; alle Sezioni provinciali e comunali della Federcaccia; agli Atc e ai Comprensori alpini; agli organi periferici e alle società sportive della Fitav, della Uits (Unione italiana tiro a segno), della Fidasc (Federazione italiana discipline con armi sportive da caccia); alle Società dell’Enci; alle associazioni di categoria, agricole, ambientaliste; ai parchi nazionali e regionali; agli assessorati regionali e provinciali, agli organismi pubblici e parlamentari.

 

 


Greentime Spa

Via San Gervasio 1 - 40121 Bologna - Italia
Tel. +39 051223327

Cap. Soc. € 334.087,00 i.v.- R.E.A. Bologna n. 130839
P.I. 00279880371

bottone facebook

Log In or Register

fb iconLog in with Facebook